Ultime notizie
Home / Ultime notizie / Lettera del Parroco – Settembre 2020

Lettera del Parroco – Settembre 2020

lettera_del_parrocoLettera di settembre dell’anno 2020

In questi giorni sono lieto di ritrovare molti di voi dopo i mesi estivi, che spero siano stati anche occasione di riposo. Sempre abbiamo davanti un tempo che non conosciamo, che non possiamo prevedere e controllare. Ma ora questa realtà si è fatta più evidente. Possiamo per questo perdere la pace, oppure esercitarci nella fiducia e nella speranza radicate in Dio e in tutte le situazioni cogliere quale occasione di amare egli ci offra. Non siamo soli. Lo Spirito di Dio è all’opera per permettercelo. Anche questo è un tempo favorevole, che porta in serbo una benedizione.

Ci prepariamo a riprendere la nostra vita comunitaria. In tutto quello che viviamo insieme dovremo avere cura per evitare, per quanto ci è possibile, il contagio da Covid-19.

Per la celebrazione dell’Eucaristia abbiamo scoperto in questi ultimi mesi la bella possibilità che ci dà il giardino parrocchiale. Abbiamo almeno cento posti a sedere e tutti i vantaggi dello stare all’aperto. D’altra parte siamo più legati alle condizioni atmosferiche. Questo ci chiederà diversi cambiamenti lungo l’anno. Vi invito a tenervi costantemente informati per sapere dove si svolgeranno le celebrazioni e quali saranno le indicazioni organizzative (prenotazione, distanziamento, ecc.).

Nelle domeniche di settembre  celebreremo in chiesa le messe del mattino (9:30 11:00 12:30), perché fa ancora troppo caldo sotto il sole. Saranno in giardino le messe della sera (sabato e domenica alle 19:30).

Ricordo che per le messe festive che viviamo in chiesa è necessario prenotarsi, o sul sito www.sanfulgenzio.it o al numero 0635454039.

Ora alcune indicazioni pratiche per la celebrazione.

Per entrare in chiesa passiamo dal portone grande in fondo, dopo esserci sanificati le mani con il detergente che troviamo all’ingresso. Solo quanti di noi hanno difficoltà di deambulazione possono entrare dalla porta laterale, normalmente riservata all’uscita.

In chiesa è necessario tenere sempre la mascherina, in modo che copra sia il naso che la bocca. C’è un’eccezione per il presbitero che presiede e per i lettori, nel momento in cui parlano all’assemblea dal presbiterio. Se arrivo in chiesa e mi sono dimenticato la mascherina posso chiederne una in sacrestia prima dell’inizio della messa.

Su ciascun banco possiamo sedere solo in due persone. A meno che abitiamo insieme, in questo caso non siamo tenuti al distanziamento tra noi.

Sia in chiesa che all’aperto, per mantenere la distanza di almeno un metro anche durante la processione di comunione mi muovo dal mio posto solo quando le persone delle file che mi stanno davanti si sono già mosse tutti. Vado per il corridoio centrale e torno al posto da uno dei due corridoi laterali. Posso ricevere l’ostia solo sul palmo teso della mano, non in bocca. Come sempre è bene che riceva l’ostia piuttosto che non afferrarla con le dita.

Per evitare di toccare i soldi e poi ricevere l’ostia sulle mani, le offerte in denaro non saranno raccolte prima dell’offertorio, ma all’uscita alla fine della messa.

A questo proposito desidero mettervi a parte del fatto che da marzo scorso le offerte si sono drasticamente ridotte. D’altra parte alcune spese sono costanti e, come sapete, la comunità non ha altra risorsa che la libera partecipazione dei suoi membri.

Sarebbe bene uscire tutti dalla porta laterale della chiesa.

Sono gradite persone che si offrano per sanificare i banchi della chiesa o le sedie del giardino prima di ogni messa.

Per celebrare il sacramento della Riconciliazione possiamo venire la domenica dalle 9:15 alle 12:00 nei locali del doposcuola (a sinistra dell’atrio della chiesa) dove ci attende don Marco Valentini, oppure trovate me nella sacrestia di sinistra il martedì dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00. Per celebrare con gli altri presbiteri potete prendere un accordo con loro.

In questi ultimi mesi con un ampio gruppo di persone abbiamo fatto la bella esperienza di pregare quotidianamente con le letture della messa del giorno. Ciascuno prega personalmente e poi con libertà può condividere attraverso la posta elettronica il frutto della preghiera con le altre persone che partecipano. Questo gruppo di preghiera è sempre aperto a nuovi arrivi.

Vorremmo anche favorire la nascita di piccoli gruppi che si incontrano di persona una volta alla settimana in parrocchia o nelle case per pregare sul vangelo della domenica per un tempo contenuto. Chi è interessato a partecipare è benvenuto.

Tutta la diocesi di Roma si sta coinvolgendo nel cercare di sostenere le scuole nella necessità di trovare ulteriore spazio per i più giovani. La scuola media Giovanni XXIII ha bisogno ancora di due aule per le lezioni. Stiamo ragionando sulla possibilità di ospitare queste due classi nella sala parrocchiale in maniera da rendere compatibile la loro presenza al mattino e l’uso che la comunità fa della sala nel resto della giornata.

Questa settimana iniziano gli incontri di catechesi per i gruppi già formati. Nel frattempo iniziamo a raccogliere le adesioni dei bambini e dei ragazzi che iniziano un nuovo ciclo di catechesi.

Per i bambini di terza elementare i genitori (possibilmente insieme) sono invitati a venire in parrocchia in uno di questi giorni: giovedì 17 o giovedì 24 alle 16:30, oppure domenica 20 o domenica 27 alle 12:00.

Per i ragazzi di prima media i genitori possono fare riferimento a Elisabetta Thornton (339 787 1512); per i ragazzi di prima superiore a Claudia Govoni (340 609 9126).

Le famiglie interessate allo scoutismo possono fare riferimento a Benedetta Cinti per il branco, 8-11 anni (331 532 7274), a Aldo Corasaniti per il reparto, 12-16 anni (339 158 6465), a Chiara Buonopera per il noviziato e il clan, 17-21 anni (347 068 2601).

Free WordPress Themes - Download High-quality Templates